L’amore si Odia

“Vieni qua, vieni qua, che ti dovevo dire
tutte quelle cose che, cose che, non hai voluto sentire, soffrire, godere o finire.
Vieni qua, vieni qua, sempre la stessa storia
un equilibrio instabile, instabile, che crolla al vento di una nuova gloria, lamore si odia.
Ah, se fosse così facile, ah, se fosse ancora innamorato di me
ed ogni petalo, sai, si finge di essere una rosa
per ogni goccia vorrei diluvio sopra ogni cosa
ma tu non meriti più un battito di questa vita
per tutto quello che conta, se conta, sei come colla tra le dita.
Vieni qua, vieni qua, io ti volevo bene,
ma riparlarne è inutile, inutile, non ha più senso pensarti, capire, provare o sparire
Vieni qua, vieni qua, le solite parole
di un sentimento fragile, fragile, come l’asfalto consuma la suola,
lamore si odia…”
 

Noemi torna con un duetto a sorpresa: “L’amore si odia” con Fiorella Mannoia. Il brano fa da apripista al suo secondo album in uscita il 2 ottobre ed è in rotazione radio da oggi. Il brano è composto da Diego Calvetti per le musica e il testo, quest’ultimo scritto insieme a Marco Ciappelli ai quali va il merito di un pezzo davvero molto bello e con un testo davvero toccante ed emotivo.
Il brano, come detto, è interpretato da Noemi con l’importante collaborazione di Fiorella Mannoia che mette la ciliegina sulla torta a quello che sarà un ennesimo grande successo.

Il brano a me ha colpito moltissimo soprattutto per quanto riguarda il testo, una frase soprattutto ha catturato la ma attenzione “ogni petalo si finge di essere una rosa“, questa lscia spazio a molte interpretazioni personali, come un’avventura possa essere scambiata per un’amore, come una lacrima possa essere scambiata per dolore o un sorriso per gioia…ma dargli un’inerpretazione razionale finisce pe sminuire la bellezza di tale frase quindi pensateci su:

“…ogni petalo sai, si finge di essere una rosa…”

About these ads